Perché è importante il vostro Film Aziendale?

287981_4178726437692_640905409_o

Tutti i giorni siamo abituati a dare delle impressioni sulle persone che incontriamo o osserviamo. Questa prima impressione è sempre quella che ci guida nelle nostre scelte, ed ha ben poco a che vedere con la razionalità: si giudica per l’aspetto, il modo di fare, il tono di voce. Questo già stabilisce un’empatia iniziale che è fondamentale nelle nostre valutazioni e nel voler proseguire un incontro, un dialogo con qualcuno fino al quel momento sconosciuto.  

La vostra immagine è importante e non deve essere sinonimo di superficialità. Sarebbe anche superficiale dire che l’istinto vince sulla forza delle idee, in realtà abbiamo tutti un insieme di esperienze radicate nel nostro comportamento che ci portano a reagire positivamente o negativamente difronte un evento, un’immagine, una situazione. Per questo è fondamentale capire il comportamento dei vostri possibili acquirenti e creare uno spazio visivo dove si stabilisca un’empatia tra azienda ed un possibile customer. Questo è l’importante, la prima impressione. Per questo è fondamentale puntare sulla qualità dell’immagine e delle idee.

Il video/film si esprime con un linguaggio, dunque con una sua grammatica. Un movimento di macchina con un crane (basta vedere l’inizio o la chiusura di un film americano, per esempio the Bourne Supremacy) solitamente definisce un luogo, la sua grandezza, e la focalizzazione su un soggetto o l’incontrario. Tanto per fare un esempio abbastanza inflazionato su un movimento di macchina, alla fine di Quarto Potere (Citizen Kane), un carrello dall’alto in avanti ci mostra Rosabella (Rosebud), lo slittino di Kane. Questo movimento impersonifica l’istanza narrante, colui che ci parla con l’inquadratura, e solo noi ne possiamo essere consci (i personaggi all’interno del film non sapranno mai cos’è/chi è Rosebud), potremo vederlo come il movimento dall’alto, quassi onniscente, che ha deciso di svelarci la verità: Rosebud è lo slittino di quand’era piccolo Kane.

Il video eredita dal cinema tutte queste figure, e deve parlare con il linguaggio del cinema, che alla fine dei conti è quello che codifichiamo/leggiamo fin dai primi anni di fronte allo schermo.
Chi non si ricorda in stedicam la scena dei bambini  in triciclo di Shining?
O il movimento di macchina sul sorriso di Noodles in C’era una volta in America?

 

Scusate il giro largo che sto prendendo, ma i movimenti di macchina sono importanti perché raccontano sempre una storia dentro l’inquadratura, 4 inquadrature buttate lì a caso faranno sembrare la vostra azienda senza pensiero e senza bellezza… Non finirò mai di insistere su questo.
Avere un po’ di amore per la vostra immagine, capire che qualcosa che rappresenta il vostro lavoro non può essere fatto tutto a spalla o a cavalletto è un passo iniziale verso la riuscita di un prodotto in grado di comunicare con le immagini.

Ovviamente tutto questo non potrebbe prendere forma se non ci fosse il montaggio, anche questo a sua volta legato ad un suo linguaggio. Un ricordo che ho dai tempi dell’università è sulla generazione di significato data dai geroglifici orientali (così li chiamava Ejzenstein): sovrapponendo due simboli come occhio e acqua si ottiene la parola piangere. Il montaggio un po’ funziona così: un’inquadratura accostata all’altra non sarà mai la somma delle due, ma genererà un nuovo significato. L’arte del montaggio è proprio questa capacità di generare senso, e in un qualche modo narrazione.

Tornando dunque alle questioni su campo, potete capire quanto sia importante saper scegliere cosa vedere e come farle vedere (movimenti della macchina da presa) e creare un significato attraverso il montaggio.
Senza queste linee guida, e dunque un’idea di fondo, è impossibile creare un’immagine che sappia parlare di voi e della vostra storia, del vostro lavoro ed infine del vostro pensiero.

Qui un esempio di un nostro video aziendale:

Quest’altro invece è un video emozionale per il settore Green della stessa azienda:

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Pin on Pinterest0Share on Google+0Share on TumblrShare on LinkedIn2

2 Comments

  1. Dario Molinari
    18 dicembre 2013 - Rispondi

    Ciao Luigi! Complimenti per l’articolo. Mi interessava sapere quanto tempo ci avete messo per realizzare il video aziendale… Stiamo prendendo in considerazione il realizzo di un video ma abbiamo delle endline molto ristrette.
    Grazie
    Dario

    • Luigi Tadiotto
      18 dicembre 2013

      Ciao Dario, di solito ci vogliono un paio di appuntamenti per definire l’operatività e i punti notevoli dell’azienda, circa una giornata di sopralluoghi, una giornata di testi, 2/3 giorni per le riprese e circa due settimane lavorative tra montaggio e infografiche “traccate” con modifiche incluse. Se sei interessato contattami a questo indirizzo mail luigitadiotto@liquidandsolid.it

Drop a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *